Torna a LE PASSEGGIATE DI “SERGIO”

CALZEREGA CAVERNA DI BANDINDON

CALZEREGA CAVERNA DI BANDINDON

 

Non ci sono molte notizie su Bandindon, salvo una divertente storia sulla “partita” in cui San Zeno, oggi patrono di Verona, ma a quei tempi Vescovo della città, sfidò un demonio utilizzando come palla la punta di una montagna. Avendo vinto il nostro Vescovo, il demonio Bandindon, fù costretto a portare a spalle una pietra enorme da Roma fino a Verona, dove finì a fare da fonte battesimale. Gli avesani più vecchi certamente potranno correggerci sulla leggenda di Bandindon e volentieri pubblicheremo ogni documento che possa aggiornarci. (fonte usd Avesa)

 

Affrontando la salita della Calzerega, come descritto negli altri itinerari verso Montecchio, ci si troverà prima della rampa finale in un piccola pineta e sentiero pianeggiante. Verso la fine della pineta ma comunque prima della salita sulla roccia del sentiero, sulla dx parte un recente sentiero un po’ scosceso che piegando poco dopo verso sx e passando dai ruderi dei ripari di Vestena arriva all’enorme grotta di Bandindon. Se fatta in primavera questa breve gita può fruttare un bel raccolto di “sparasine” e germogli di pungitopo da lessare. Alla grotta il sentiero finisce.

Permalink link a questo articolo: http://www.noiavesa.it/wordpress/?page_id=741